La macchina sognante

 
La macchina sognante
Autore: Julio Monteiro Martins
Collana: Entropie 60
Categoria: Letteratura straniera
Pagine: 70
ISBN: 978-88-497-0987-2
€ 12,00


“La letteratura è un dialogo smisurato attraverso i continenti, attraverso i secoli e i millenni: tra scrittore e lettori, tra scrittore e scrittori”.
Perché, dunque, non dar forma letteraria a questa conversazione al di là del tempo e dello spazio attraverso un’opera che è essa stessa un colloquio?
Nasce così La macchina sognante: una sorta di gioco in cui Milva Maria Cappellini sceglie citazioni o aforismi dei grandi autori per proporli a Julio Monteiro Martins. E lui si lascia sorprendere con curiosità viva dai percorsi inaspettati che la letteratura – babelica macchina produttrice di sogni – gli propone; e accetta di confrontarsi “con questi cristalli” in modo insolito, obliquo, come se la “ricerca di comunicazione e di armonia tra presente e passato” fosse “un invito a ballare (un valzer? un tango? una tarantella?)”


“Julio Monteiro Martins è un affabulatore pirotecnico di anime e spazi, regista assurdo e sensuale della malinconica ricerca di un’eternità”

(Mia Lecomte, Le Monde Diplomatique)

 

Julio Monteiro Martins (1955-2014) si è dedicato alla scrittura fin da ragazzo e già nel 1976 ha pubblicato i primi racconti. Nel 1979 ha partecipato allo International Writing Program della University of Iowa (USA), ricevendo il titolo di Honorary Fellow in Writing, e per un anno ha insegnato scrittura creativa al Goddard College (Vermont, USA). Ha proseguito poi l’insegnamento presso la Oficina Literária Afrânio Coutinho di Rio de Janeiro, l’Instituto Camões di Lisbona, la Pontifícia Universidade Católica di Rio de Janeiro, l’Università di Pisa e la Scuola Sagarana di Lucca, dove ha diretto il Laboratorio di Narrativa del Master di Scrittura Creativa. È stato fondatore e direttore della rivista culturale “Sagarana” (www.sagarana.net).
All’attività di scrittore e docente ha sempre affiancato un impegno attivo in campo politico e sociale: nel 1983 è stato uno dei fondatori del Partido Verde brasiliano e nel 1986 del movimento ambientalista brasiliano Os verdes. Nel 1991, avendo svolto studi universitari di indirizzo giuridico, è stato avvocato dei diritti umani per il Centro Brasileiro de Defesa dos Direitos da Criança e do Adolescente (ONG), dove si è occupato in particolare dell’incolumità dei meninos de rua.

Fra le opere dell’autore Besa ha già pubblicato Racconti italiani (2001), La passione del vuoto (2003), Madrelingua (2005) e L’amore scritto (2007). 







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 88 visitatori online
  
home search