Tavolozza

 
Tavolozza
Autore: Marisa Pelle
Collana: Orsamaggiore 15
Categoria: poesia
Pagine: 112
ISBN 978-88-497-0967-4
€ 13,00


La poesia come pittura. La pittura come poesia. È questo il significato più nascosto e intensamente lirico che attraversa l’intera silloge. Sono versi di una poesia libera, spontanea, colta, cesellata di immagini pittoresche, di suggestioni, di risonanze, di citazioni. Le esperienze più intime, la forza del pensiero tra immanente ed eterno, le emozioni rintracciate sul filo della memoria, ferita aperta sanguinante, la percezione della realtà, nei suoi toni spenti e insieme luminosi, si fondono con le voci eterne del mito, con le sue figure più rappresentative di arte e umanità. Il mito, la cultura danno il senso della perpetuità esistenziale e lo snodarsi dei versi, nella loro misura variabile, sembra adeguarsi all’andamento della stessa esistenza. L’attenzione quasi cronachistica a personaggi e a luoghi pone l’accento sullo sfiorire e il decomporsi della vita, sul mistero delle cose, tra contingente e assoluto.   

 

Marisa Pelle, calabrese di origine, è nata ad Ardore (RC). Ordinaria di Lettere classiche nelle scuole superiori, ha insegnato per un trentennio al Liceo classico “G. La Farina” di Messina. Ha pubblicato le seguenti sillogi di poesie: Fiore di cactus (Messina 1987), Scagliosi silenzi (Messina 1991), Fatamorgana (Messina 1996), Sulla cifra del tempo (Messina 2004), Sul crinale del giorno (Besa, Nardò 2008), Dai gradini del Persephoneion (Besa, Nardò 2010), Come fuoco nell’arca – Poesie per la madre (Besa, Nardò 2012), L’ala mancante (Besa, Nardò 2012) che hanno riscosso il consenso dei critici e sono risultate finaliste in occasione di varie rassegne letterarie. In particolare le è stato conferito il Premio Speciale per l’edito al Premio A. Contini Bonacossi 2009 per la silloge Sul crinale del giorno; è risultata finalista per tre volte al Premio Rhegium Julii – Inedito 2010 con la silloge Dai gradini del Persephoneion – Inedito 2011 con la silloge L’ala mancante – Inedito 2013 con la silloge Tavolozza; si è classificata al primo posto per l’edito al Premio Maria Pina Natale 2012 con la silloge Dai gradini del Persephoneion. Sue poesie sono presenti in diverse antologie e in alcune riviste letterarie. Il suo profilo letterario e una scelta della sua produzione sono inseriti nell’Antologia a cura di Carmelo Aliberti Poeti siciliani del secondo Novecento (2003), nella Letteratura italiana Poesia e narrativa dal secondo Novecento ad oggi a cura di Lia Bronzi – vol. II (Studio critico e testi) (2007-2008), nell’Antologia internazionale Poeti della nuova frontiera “Segnali 2008- 2009” “Segnali e Interventi 2010” a cura di Paolo Borruto e nell’Antologia La poesia nel presente (2013).

 

video


 

 

 

 

 

 

 






Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 19 visitatori online
  
home search