Tarantismo. Transe, possessione, musica

 
Tarantismo. Transe, possessione, musica
Autore: AA.VV.
Collana: Verbamundi 21
Categoria: saggistica / antropologia / tarantismo
Pagine: 128
ISBN 978-88-86730-88-4
€ 14,00


Quattro importanti studiosi di etnomusicologia e musicologia esplorano il misterioso universo della tarantola in un autentico contrappunto fra antichità greca, tradizione colta rinascimentale-barocca, sincretismo catartico-religioso. Ne emerge un quadro sorprendente, in cui la terapia musicale adoperata da secoli come rimedio contro il celebre morso del ragno si rivela un retaggio di grande dignità culturale, artistica e spirituale.

Domenico Staiti, docente di storia degli strumenti musicali al Dams dell'Università di Bologna, attraverso la rilettura della pittura vascolare apula di età classica, investiga i possibili antecedenti del tarantismo nei rituali misterici di Dioniso, con tutto il loro portato di simbologie, evocazioni e suggestioni che vertono sul tamburo e sull'aulòs quali veicoli della mania teléstica.
Brenno Boccadoro, docente di musicologia all'Università di Ginevra, ripercorre il cammino della civiltà letteraria europea dall'antichità classica all'età dei lumi alla ricerca dei temi più affascinanti che accomunano il tarantismo agli altri modi usati dall'uomo per applicare il potere psichico della musica alla ricomposizione delle passioni e alla riconquista dell'harmonia perduta.
Gilbert Rouget, già direttore della sezione musicale del prestigioso Musée de l'Homme di Parigi ed autore della fondamentale monografia La musique et la transe, riesamina, non senza spunti critici, la teoria dell'"esorcismo coreutico-musicale" formulata a suo tempo da Diego Carpitella pervenendo all'ipotesi di un vero e proprio "teatro della possessione" con un suo canone liturgico.
Luisa Cosi, docente di Storia della Musica al Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce, identifica i numerosi punti di connessione ritmico-melodico-armonica esistenti fra le tarantelle seicentesche e alcune forme della tradizione popolareggiante del tardo rinascimento e del barocco (folia, moresca, misticanza…), proiettando poi l'analisi all'interno dell'esperienza musicale colta lungo tutto il XVII secolo con notevole proposta di partiture musicali poco note o proprio inedite individuate nelle maggiori biblioteche d'Europa. 

www.tarantularubra.it

 







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 100 visitatori online
  
home search