Grecìa salentina. Masserie e trappeti

 
Grecìa salentina. Masserie e trappeti
Autore: Luigi Manni
Collana: Cultura e territorio 18
Categoria: saggistica / turismo
Pagine: 96
ISBN 88-497-0034-2
€ 8,00


Una maggiore qualità ambientale e un intervento decisivo per il recupero e la conservazione del patrimonio monumentale sono istanze da lungo tempo avanzate e, di recente, attuate nel territorio della Grecìa salentina. La posta in gioco per il futuro di questa enclave alloglotta in Puglia è la rivitalizzazione e la tutela di un complesso sistema che riunisce natura, storia, economie di contesto e società: un insieme particolare e unico che fa perno su un'idea forte d'identità e di cui fanno parte le masserie, i frantoi, le pozzelle e le forme dell'architettura minore che plasmano l'ambiente rurale dell'area grecanica.
Nove sono i comuni che formano la Grecìa salentina: Calimera, Corigliano d'Otranto, Castrignano dei Greci, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino. Essi sono coesi dall'ancestrale collante linguistico greco-romanzo. Ma sono soprattutto i luoghi delle campagne che disegnano il profilo autentico di questa koiné culturale: le testimonianze della civiltà materiale sparse fra gli oliveti e gli insediamenti agricoli più antichi, fra i casali fortificati e le manifatture olearie ipogee, fra le fonti di approvvigionamento idrico e le distese di pascoli.
Questa grecità che non si è mai data per vinta viene per la prima volta censita e decodificata da uno studio sistematico e aggiornato che dimostra come il destino di questo suggestivo angolo di Mediterraneo non sia affatto in declino, ma anzi tuttora ricco e vitalissimo.





Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 35 visitatori online
  
home search