Vladia

 
Vladia
Autore: Eugen Uricaru
Collana: Passage 159
Categoria: Letteratura balcanica/Romania/romanzo
Pagine: 340
ISBN: 978-88-497-1184-4
Data di pubblicazione: agosto 2019
€ 18,00


Vladia è un’immaginaria città della Romania socialista alla fine degli anni Settanta. Una distesa di colline la taglia fuori da tutto, dal mondo e dalla Storia con la “s” maiuscola. Questa città vive in un tempo sospeso, tutto suo, in cui presente e futuro sembrano forme di passato.
Sulle colline di Vladia abita il ricordo di una storia d’amore, quella di un principe-aviatore che fece costruire nel punto più alto della città una maestosa villa per la sua amante, K.F. Ogni primavera, il principe veniva a trovare la donna, sorvolando le case col suo biplano, finché un anno non è più tornato. K.F., però, non ha mai smesso di aspettarlo, o almeno così credono gli abitanti di quelle parti. Dall’alto della villa, la donna, sempre più anziana, assiste con indifferenza al declino di Vladia, assediata da una vegetazione che sembra avere strani poteri. Ma un giorno anche K.F., come il suo principe, scompare, e la sua scomparsa è l’inizio e la fine di altre storie.
Dietro la parvenza di un racconto fantastico e pieno di misteri, Uricaru scrive un romanzo iperrealista, che si nutre di metafore per denunciare il totalitarismo del regime di Ceauçescu e, in generale, di qualsiasi modello di società che renda la libertà inutile e la pace terrificante.

 

 

EUGEN URICARU, nato nel 1946, è uno scrittore, sceneggiatore, diplomatico e storico rumeno. Tra il 2001 e il 2005 è stato presidente dell’Unione degli scrittori in Romania. Ha fondato il gruppo “Echinox”, la cui rivista è stata un’importante voce di opposizione nella Romania comunista. I suoi romanzi sono stati tradotti in tedesco, polacco, greco, ungherese, serbo, russo, francese, cinese e vietnamita.

 






Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 27 visitatori online
  
home search