Crocevia n. 21

 
Crocevia n. 21
Autore: AA. VV.
Collana: Le riviste 68
Categoria: Letteratura migrante e di viaggio
Pagine: 192
ISBN: 978-88-497-1175-2
Data di pubblicazione: giugno 2019
€ 20,00


Il numero 21 di “Crocevia” è un altro tassello nel lavoro portato avanti dalla rivista, sempre attenta al modo in cui migrazioni e contaminazioni culturali influenzano la letteratura.
La sezione monografica Bussola, curata da Aldo Magagnino, è dedicata all’area del Pacifico, che porta con sé un sostrato di storie, leggende e narrazioni popolari rivisitate da scrittori di varie provenienze, dal neozelandese di origine italiana John Cranna, al filippino Vicente Rivera jr., fino al figiano originario delle isole Tonga Epeli Hau’ofa.
Sguardi ospita invece un estratto del romanzo inedito in italiano Non-Oui, della scrittrice macedone (ma residente in Slovenia) Lidija Dimkovksa. Continua poi la collaborazione fra “Crocevia” e l’associazione “Lingua Madre”, che porta a scoprire due autrici postcoloniali: l’italo-somala Rhama Nur e l’etiope Lucia Ghebreghiorges.
La sezione In transito è dedicata totalmente alla poesia, con i versi della poetessa spagnola di lingua catalana Begonya Pozo e quelli dell’italo-egiziano Samir Galal Mohamed.
Nella sezione Radure, proseguendo il viaggio iniziato nel numero precedente, autorevoli voci femminili della cultura araba contemporanea continuano a dialogare con i testi italiani del XX e XXI secolo: Lamia El-Sherif analizza la rappresentazione letteraria del matriarcato attraverso un confronto tra Marcello Fois e lo scrittore egiziano Khairy Shalaby; mentre Lorenzo Mari presenta per la prima volta in Italia alcune poesie – da lui stesso tradotte – dello scrittore nigeriano-americano Uche Nduka, uno dei poeti più originali della poesia anglofona contemporanea.
La parte dedicata agli scritti di viaggio, Viaggi di carta & carte di viaggio, è occupata in questo numero da Roberto Montella, che propone un vademecum semi-serio per viaggiatori inesperti; e da un contributo di Alessandro Pellegatta, che racconta le avventure dell’esploratore italiano Manfredo Camperio.
Ancora, in Geopoetica vengono presentate alcune traduzioni inedite del grande poeta argentino Arturo Carrera, tratte dalla raccolta Carpe Diem.
Chiude il numero, con Appunti in margine, un’interessante intervista di Daniele Comberiati a Gregorio Magini, coautore – insieme, fra gli altri, a Vanni Santoni – di In territorio nemico, ideatore del progetto SIC (Scrittura Industriale Collettiva) e autore del recente fenomeno letterario della “falsa” autobiografia Cometa.

 






Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 30 visitatori online
  
home search