Crocevia n. 19 - La poesia rom di Macedonia

 
Crocevia n. 19 - La poesia rom di Macedonia
Autore: AA. VV.
Collana: Le Riviste 66
Categoria: Letteratura migrante e di viaggio
Pagine: 144
ISBN: 978-88-497-1133-2
Data di pubblicazione: dicembre 2017
€ 15,00


Crocevia, rivista di letteratura migrante e di viaggio, torna con un nuovo numero che presenta un approfondimento sulla poesia rom di Macedonia, con un’ampia selezione di componimenti a firma di alcune fra le voci più interessanti del panorama contemporaneo.
Nella sezione “In transito”, invece, trovano spazio scrittori della migrazione italiana e internazionale, a cominciare da Samuel Klonimos: i suoi testi, tradotti da Francesca Spinelli, s’inseriscono nella grande tradizione della letteratura ebraica americana, che riprende e rimodella alcuni elementi del patrimonio europeo occidentale e orientale. Accanto a Klonimos, Crocevia propone un racconto dello scrittore albanese Ron Kubati, sul suo rapporto con Roma: vi si ritrovano, in nuce, i temi dei suoi romanzi, da M al più recente La vita dell’eroe (entrambi pubblicati da Besa). Conclude la sezione un racconto dello scrittore argentino Adrian Bravi che, con il suo stile surreale e al tempo stesso realistico, in Storia delle mie vite antecedenti riflette sull’identità e sulle varie forme che essa può avere, a seconda della prospettiva di chi la declina.
La sezione “Sguardi” è dedicata alla presentazione di tre poesie e due racconti brevi della scrittrice macedone Desanka Jaoukovic, che mostra il suo legame con la letteratura italiana del Novecento e con autori quali Ungaretti e Buzzati.
Passando alla sezione “Radure”, l’intellettuale e attivista franco-africana Oulimata Gueye descrive la nuova fantascienza africana, affrontando temi quali il neocolonialismo, i problemi ambientali, lo sfruttamento della manodopera migrante. Carlo Baghetti parla invece di uno scrittore italiano emigrato in Norvegia, Luigi Di Ruscio che, per lungo tempo dimenticato dal pubblico e dalla critica, è negli ultimi anni oggetto di studi e interesse.
Nella sezione “Viaggi di carta”, dedicata al reportage, Daniele Comberiati continua il percorso di riscoperta della Siria – già iniziato sul numero 17-18 di Crocevia con i testi di Adalberto Invernizzi – raccontando un viaggio archeologico del 2007, in un paese in fermento ma ancora lontano dalla polveriera attuale. Un altro lavoro di Daniele Comberiati, su un viaggio di formazione di un transessuale italiano in Francia, mostra invece come la migrazione possa prendere diverse forme, talvolta incrociando percorsi e identità. Conclude la sezione un reportage di Alessandro Pellegatta sull’Eritrea, un paese legato a doppio filo all’Italia per via del comune passato coloniale.
Ancora, la sezione “Geopoetica” ospita cinque poesie di Georges Castera, tradotte da Daniele Comberiati e tratte dal volume Les cinq lettres, tuttora inedito in Italia.
Chiude il numero la sezione “Appunti in margine”, con una riflessione di Sara Di Gianvito sulla poesia di Rodolfo Wilcock.

 






Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 47 visitatori online
  
home search